Santuario di Fushimi Inari-taisha, Kyoto
Consigli

Cosa portare in viaggio in Giappone? 10 consigli

Consigli

Un viaggio in Giappone è un’immersione in un mondo dove tradizione e modernità si fondono in un armonioso contrasto. Cosa serve portare in viaggio in Giappone, per godere sia delle vibranti metropoli come Tokyo e Osaka, ricche di innovazioni e tendenze all’avanguardia, sia dei tranquilli villaggi rurali dove il tempo sembra essersi fermato? Ogni angolo di questa nazione offre esperienze uniche e indimenticabili; tuttavia, per assaporarne appieno la magia, è fondamentale partire con un po’ di preparazione. In questo articolo vogliamo fornirti 10 consigli essenziali su cosa portare per un viaggio in Giappone, affinché tu possa godere al massimo ogni momento del tuo soggiorno, senza preoccupazioni o inconvenienti. Dal necessario per affrontare il clima variabile agli oggetti indispensabili per un soggiorno tranquillo, questi suggerimenti ti aiuteranno a organizzare la valigia perfetta per la tua avventura giapponese.

Cosa portare dall’Italia per un viaggio in Giappone?

È inutile dire che portare con sé tutti i documenti necessari, tra cui il passaporto, è fondamentale. Non ti sveliamo nessun segreto ricordandoti che questi documenti sono essenziali per l’ingresso nel paese e per eventuali controlli durante il soggiorno, oltre che per rientrare in Italia.

Per quanto riguarda i farmaci, è bene prevedere una scorta adeguata dei medicinali personali e avere con sé le prescrizioni mediche tradotte in inglese, soprattutto se si portano farmaci soggetti a restrizioni. A questo proposito, è sempre meglio verificare in anticipo le normative giapponesi sull’importazione di farmaci per evitare problemi alla dogana.

Gli adattatori di corrente sono un’altra cosa che dovresti portare in Giappone dall’Italia. Qui, infatti, le prese elettriche e la tensione (100V) sono diverse da quelle italiane, quindi un adattatore universale è indispensabile per utilizzare dispositivi elettronici come smartphone, fotocamere o laptop. Infine ricorda di portare il deodorante. Una variante genetica molto diffusa tra le popolazioni asiatiche che riduce la produzione di sudore, combinata allo stile alimentare e a fattori igienici culturali come l’abitudine a frequentare gli Onsen, riduce notevolmente l’intensità dell’odore corporeo dei giapponesi.
Di conseguenza, i deodoranti che troverai in Giappone potrebbero non funzionare per te, poiché la loro formulazione è molto diversa da quella dei prodotti occidentali.

Chureito Pagoda, Fujiyoshida

Come vestirsi per un viaggio in Giappone?

Scegliere come vestirsi per un viaggio in Giappone richiede di considerare l’itinerario del tour e le diverse condizioni climatiche che si possono incontrare. Per esempio, in estate il clima è caldo e umido, quindi è consigliabile indossare abiti leggeri e traspiranti, mentre l’inverno può essere molto freddo in determinate zone, rendendo necessari abbigliamento pesante e strati termici.

La primavera e l’autunno, spesso caratterizzate da un clima mite, richiedono un abbigliamento più versatile. Vestirsi a strati è la soluzione più pratica: infila in valigia magliette, camicie a maniche lunghe e un maglione (o giacca) che si possano facilmente indossare o sfilare a seconda della temperatura.

Come per ogni viaggio, è essenziale scegliere scarpe comode per camminare. Il Giappone è un paese che si esplora tanto a piedi e, in molte occasioni come durante la visita di templi e di alcune abitazioni tradizionali, è necessario togliersi le scarpe. Ecco perché ti raccomandiamo di scegliere scarpe facili da togliere e mettere. Un altro aspetto importante da valutare preparando la valigia è il rispetto delle convenzioni locali. In Giappone è apprezzato un look pulito e ordinato, abiti troppo casual o appariscenti possono non essere ben visti, soprattutto in contesti formali o in luoghi sacri.

Kabukicho, Tokyo

Cosa comprare in un viaggio in Giappone?

Il Giappone è noto per la sua unica combinazione di tradizione e modernità, che si riflette anche nella varietà di prodotti che si possono acquistare. Gli amanti della tradizione ameranno portare in Italia kimono, ceramiche, manufatti in lacca e oggetti d’arte tradizionale, che rappresentano un pezzo di cultura giapponese e sono ricordi tangibili dell’esperienza di viaggio.

Per gli appassionati di tecnologia il Giappone è un paradiso. Da Akihabara a Tokyo a Den Den Town a Osaka, ci sono distretti interi dedicati all’elettronica, con una vasta gamma di gadget all’avanguardia e dispositivi elettronici. Il Paese del Sol Levante è anche il luogo ideale per scoprire le ultime tecnologie sulle fotocamere, i videogiochi e gli accessori per PC, nonché piccoli elettrodomestici.

I prodotti di bellezza e cura della persona giapponesi meritano una menzione. La tradizione cosmetica millenaria, la qualità e l’innovazione che contraddistinguono il settore della bellezza, hanno permesso ai prodotti skincare giapponesi di guadagnare un’ottima reputazione mondiale. Che si tratti di maschere per il viso, lozioni o cosmetici, c’è un’immensa varietà di prodotti da esplorare e portare in Italia. Infine, il cibo giapponese offre un’ampia scelta di prelibatezze che si rivelano souvenir ideali per i golosi, da dolci tradizionali come mochi e matcha a specialità regionali. Questi prodotti delizieranno il palato più esigente e, una volta in Italia, ti ricorderanno di quando hai mangiato le stesse cose in Giappone. E sì, potrebbe assalirti un po’ di nostalgia.

Higashi Chaya, Kanazawa

I 10 consigli per un viaggio in Giappone

Il Giappone è un paese ricco di culture, tradizioni e attività uniche che lo rendono una destinazione affascinante per tutti i viaggiatori. Una volta qui, quali attività fare assolutamente per vivere un’esperienza autentica?
Ecco la nostra lista di dieci cose curiose da fare Giappone:

  1. Visitare un villaggio di samurai
    A Namagachi proverai l’emozione di entrare nelle case dei coraggiosi samurai della famiglia Maeda e di camminare per le stesse strade che hanno percorso loro secoli fa. Il tempo nel quartiere sembra essersi fermato: è conservato come in epoca feudale.
  2. Scoprire come vivevano le geisha
    Higashi Chaya-gai
    è dove le geisha intrattenevano i clienti e oggi è possibile entrare in due case chaya ancora attive per scoprire come trascorrevano le loro giornate.
  3. Assaggiare le specialità culinarie locali
    Ramen, noodles, sashimi, tempura croccante e dolci a base di riso glutinoso e fagioli: mai tirarsi indietro quando si possono assaggiare tutti i sapori del Giappone.
  4. Creare lo stamp book di viaggio
    In Giappone, è una pratica comune e molto apprezzata quella di raccogliere timbri unici, conosciuti come “Eki Stamp” (駅スタンプ), nelle stazioni ferroviarie. Questi timbri, spesso artistici e dettagliati, rappresentano caratteristiche uniche o simboli della stazione o della città in cui si trovano. Creare il tuo stamp book è un modo divertente, personale e memorabile per documentare i tuoi viaggi attraverso il Giappone. Per farlo è sufficiente portare con te un taccuino dove raccogliere questi timbri. Ogni timbro è unico e spesso include il nome della stazione, la data e un’immagine o un design che rappresenta qualcosa di caratteristico della località. Gli Eki Stamp si trovano vicino agli uffici del servizio clienti, nelle aree di attesa, o in altri punti designati all’interno della stazione.
  5. Partecipare alla cerimonia del tè
    La cerimonia del tè è un momento di contemplazione e introspezione silenzioso, che si svolge in un ambiente minimalista e in perfetta armonia con la natura. Avrai voglia di adottare questa abitudine anche in Italia?
  6. Soggiornare in un Ryokan
    Per una vera esperienza giapponese, trascorri una notte in un ryokan, un alloggio tradizionale giapponese dove potrai goderti bagni termali (Onsen) e cibi tradizionali.
  7. Attraversare l’Incrocio di Shibuya
    Uno dei più affollati del mondo, l’incrocio di Shibuya a Tokyo è un’esperienza frenetica che rappresenta perfettamente la vita urbana giapponese: imperdibile.
  8. Indossare un Kimono
    Prenditi qualche ora per dipingere dei kimono in seta a Nagamachi Yuzen-kan, dove puoi anche provarli. Se te la senti, passeggia per le strade di Kyoto o di altre città storiche indossando un kimono tradizionale: ai giapponesi farà piacere che tu lo faccia.
  9. Perdersi ad Akihabara
    Akihabara è il quartiere di Tokyo iper-colorato e ricco di insegne luminose, sale pachinko, maid café, sale videogiochi e molto altro in cui il tempo scorre velocissimo: scoprirai molte cose curiose sul Giappone.
  10. Scoprire i cosmetici giapponesi
    La storia della cosmesi giapponese inizia in epoca Jomon, quindi 10.000 anni prima di Cristo. La tradizione e l’evoluzione in questo campo, rende i prodotti cosmetici del paese particolarmente efficaci: per questo sono rinomati in tutto il mondo.

Seguendo questi consigli, saprai cosa portare in viaggio in Giappone per vivere un’esperienza indimenticabile, ricca di scoperte e momenti memorabili. Non ti rimarrà che scegliere il tuo tour con Boscolo. Siamo curiosi di scoprire cosa preferirai: un viaggio nel Giappone Classico, che ti permetterà di scoprire l’essenza della nazione, oppure il Gran Tour del Giappone per immergerti in profondità nelle atmosfere nipponiche?

Viaggi che potrebbero interessarti
Giappone classico

9 giorni da 4,590.00 € a persona

Giappone classico

Le Tappe: Tokyo, Shizuoka, Kyoto, Nara, Kanazawa, Shirakawa-go, Takayama.

9 giorni per scoprire le bellezze imperdibili del Giappone, visitando luoghi imperdibili come Tokyo, Shizuoka, Kyoto, Nara, Kanazawa, Shirakawa-go e Takayama.

Vedi itinerario
Gran Tour del Giappone

12 giorni da 5,790.00 € a persona

Gran Tour del Giappone

Le Tappe: Tokyo, Shizuoka, Kyoto, Nara, Kanazawa, Shirakawa-go, Takayama, Osaka, Hiroshima, Himeji.

12 giorni per immergersi nelle autentiche atmosfere giapponesi, visitando luoghi imperdibili come Tokyo, Shizuoka, Kyoto, Nara, Kanazawa, Shirakawa-go, Takayama, Osaka, Hiroshima e Himeji.

Vedi itinerario