Guide di viaggio

Cosa vedere in Uzbekistan? Cibi, usanze e consigli di viaggio

Guide di viaggio

Certe mete offrono le più pure emozioni di scoperta e stupore: partire sapendo già cosa vedere in Uzbekistan ti permetterà di risparmiare tempo, ottimizzare il tuo tour e visitare quanto più possibile.

Come una pietra preziosa incastonata nel cuore dell’Asia Centrale, l’Uzbekistan è una destinazione che incanta i viaggiatori con il ricco patrimonio storico, le affascinanti tradizioni culturali e i paesaggi unici. I nostri consigli ti guideranno attraverso i luoghi imperdibili, i sapori da non perdere e renderanno il tuo viaggio indimenticabile.

Cosa vedere assolutamente in Uzbekistan?

Nessun’altra destinazione è in grado di riportare alla memoria la magica atmosfera della Via della Seta come l’Uzbekistan: visitandolo, potrai senza sforzo visualizzare nella tua mente i mercanti dell’epoca arrivare da tutto il mondo per fare affari tra le sue strade. Esistono molti luoghi da vedere assolutamente in Uzbekistan che offrono uno sguardo su questo paese, crocevia di culture e preziosa testimonianza di un tempo ormai solo immaginato:

  • Samarcanda
    Nota in antichità come la “Roma dell’Oriente”, città dove tutto è possibile e anche i sogni si avverano, Samarcanda – oltre a essere Patrimonio UNESCO – è famosa per la sua architettura stupefacente, che include il Gur-e Amir (Mausoleo di Tamerlano) e la Moschea di Bibi-Khanym, il Palazzo Imperiale Ak-Saray, i complessi funerari Dorut-Siorat e Dorut-Tilovat, e la Moschea Kok-Gumboz. Meritano una visita anche l’Osservatorio medievale Ulugbek, il museo Afrasiab e i mausolei di Shakhi Zinda.
    Quanto ti incanteranno le tre sontuose madrase di Piazza Registan, ricoperte di maioliche, oro e lapislazzuli?
  • Bukhara
    Patrimonio UNESCO e antica capitale del regno Samanide, questa città è un museo a cielo aperto: vanta oltre mille monumenti storici, che riflettono l’architettura e la storia islamica. Bukhara sembra dorata, poiché i suoi edifici e palazzi sono quasi tutti color ocra, e ospita in effetti tesori preziosi come la residenza reale Ark, la Moschea Bolo-Khauz, il Mausoleo di Ismail Samani e quello di Chashma Ayub.
    Qui potrai visitare anche il bazar coperto, le madrase di Ulugbek e Abdul Aziz, oltre al complesso di Poi-Kalon, la piazza Lyabi Khauz, la Moschea Mogoki-Attori e il Chor Minor.
  • Khiva
    L’antica perla della Corasmia custodisce la città interamente murata di Ichan Kala, un esempio straordinario di architettura islamica medievale ben conservata. A Khiva è d’obbligo visitare la parte antica della città, Ichan Kala, un altro Patrimonio UNESCO dell’Uzbekistan. Qui troverai il Kunya Ark, la madrasa di Muhammad Amin Khan e quella di Muhammad Rakhim Khan, il minareto Kalta Minor, il mausoleo di Sayid Allauddin, quello di Pahlavan Mahmud, le madrase Shir Gazi Khan e Islam Khodja, oltre alle moschee Ark e Juma.
  • Tashkent
    Tashkent è la capitale moderna dell’Uzbekistan e offre un mix affascinante di architettura sovietica e islamica, con la Piazza e il Parco dell’Indipendenza, stazioni della metropolitana davvero particolari, il complesso di Khast-Imam con la madrasa di Barak Khan – custode dell’antico Corano – il mercato di Chorsu e la Madrassa di Kukeldash.
Itchan Kala, Khiva

Per cosa è famoso l’Uzbekistan?

L’Uzbekistan è famoso per la sua architettura islamica spettacolare, i suoi intricati lavori in ceramica, i tessuti vivaci come il famoso Ikat e, naturalmente, per essere stato una tappa fondamentale sulla storica Via della Seta.
Possiamo dire che l’enorme varietà di aspetti culturali, storici e naturali che contraddistinguono il paese lo rendono una meta affascinante per viaggiatori di tutto il mondo. Ecco alcuni dei motivi principali per cui l’Uzbekistan è rinomato:

  • Architettura islamica
    Città storiche come Samarcanda, Bukhara e Khiva, ospitano alcuni dei più straordinari esempi di architettura islamica e ottomana al mondo. L’elevata quantità di monumenti del calibro del Registan di Samarcanda, della fortezza Ark di Bukhara e della città murata di Itchan Kala a Khiva, offrono una finestra sul passato glorioso della regione.
  • Patrimonio della Via della Seta
    L’Uzbekistan è stata una tappa cruciale per le carovane della Via della Seta che commerciavano tra l’Europa e l’Asia. Questo ha lasciato al paese una ricca eredità culturale – basata sull’incontro di popolazioni provenienti da tutto il mondo – che ancora oggi si può percepire scoprendo le tradizioni locali, visitando i vivaci bazar e le città storiche.
  • Artigianato tradizionale
    L’artigianato tradizionale, in particolare la ceramica di Rishtan, i tessuti in seta e cotone come l’Ikat e i tappeti fatti a mano, non è fatto solo di ottimi souvenir da riportare in Italia: si tratta di vere opere d’arte. L’artigianato uzbeko riflette le abilità trasmesse di generazione in generazione ed è molto ricercato dai collezionisti e dagli appassionati di cultura.
  • Cucina locale
    La varietà di piatti unici della cucina uzbeka rappresenta perfettamente l’influenza di diverse culture. Il Plov in particolare, considerato il piatto nazionale, si distingue per il suo sapore ricco e le sue radici profonde che si immergono pienamente nella tradizione culinaria locale.
  • Ospitalità
    Gli uzbeki sono noti per la loro ospitalità e per la ricchezza della loro cultura, che include musica tradizionale, danza e poesia. L’accoglienza calorosa riservata ai visitatori è una parte fondamentale dell’esperienza di viaggio in Uzbekistan.
  • Paesaggi naturali
    Oltre ai tesori culturali e storici, l’Uzbekistan vanta anche splendidi paesaggi naturali, dai deserti sensazionali come il Kyzylkum alle valli fertili e ai monti Tien Shan. Questi ambienti offrono opportunità per escursioni, birdwatching e altre attività all’aria aperta.
  • Patrimoni UNESCO
    Diverse località dell’Uzbekistan sono state riconosciute come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, a testimonianza del loro valore culturale e storico universale.
Lavorazione dei tappeti, Samarcanda

Qual è il periodo migliore per andare in Uzbekistan?

Il periodo migliore per visitare l’Uzbekistan è durante la primavera e l’autunno, quando il clima è mite e le temperature piacevoli rendono l’esplorazione dei suoi numerosi siti storici e naturali particolarmente godibile.

Primavera

La primavera è uno dei momenti più belli per visitare l’Uzbekistan. Da marzo a maggio, il clima si riscalda gradualmente e la natura si risveglia, ricoprendo il paese di fiori e colori vivaci. Le temperature diurne sono generalmente comprese tra i 15°C e i 25°C: le condizioni ideali per visitare le antiche città di Samarcanda, Bukhara e Khiva, senza dover sopportare il calore intenso dell’estate. Inoltre, questo periodo offre l’opportunità di assistere al Nowruz, il Capodanno persiano che cade il 21 marzo, una festa ricca di tradizioni, cibo e festeggiamenti che riflettono la ricca cultura dell’Uzbekistan.

Autunno

L’autunno è un altro periodo ideale per visitare l’Uzbekistan, con temperature che variano dai 20°C ai 30°C a settembre, per poi abbassarsi gradualmente verso novembre. Questa stagione regala cieli chiari, meno turisti e un’atmosfera tranquilla per esplorare i siti storici. Le città si tingono di colori caldi e i mercati si riempiono di raccolti autunnali come melograni, uva e meloni, che contribuiscono a creare un’esperienza culinaria ricca e variegata. L’autunno è anche il momento perfetto per apprezzare i paesaggi desertici dell’Uzbekistan, con temperature più fresche che rendono le escursioni e le visite più confortevoli.

Estate

Tra giugno e agosto in Uzbekistan può fare estremamente caldo: con temperature che spesso superano i 35°C, specialmente nelle zone desertiche, è preferibile esplorare il paese concentrando le visite nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio per evitare il caldo più intenso.

Inverno

In inverno le temperature sono fredde – specialmente di notte – e possono scendere sotto lo zero. Tuttavia, se il freddo non ti spaventa, potresti godere della vista delle città storiche sotto la neve, di un’atmosfera magica e meno affollata.

Complesso di Poi Kalon, Bukhara

Cosa mangiare in Uzbekistan?

La cucina uzbeka è un ricco mosaico di sapori, con piatti che spaziano dai sapori più robusti a quelli delicatamente speziati. Non puoi lasciare il paese senza aver provato:

  • Plov, il piatto nazionale che consiste in un risotto aromatico con carne, carote e spezie;
  • Samsa, sfoglie croccanti ripiene di carne o verdure;
  • Shashlik, spiedini di carne marinata grigliata, un classico dell’Asia Centrale;
  • Lag’man, una zuppa sostanziosa con pasta fatta in casa, verdure e carne;
  • Manty, grandi ravioli al vapore ripieni di carne macinata, cipolle e serviti con smetana (panna acida) o con pomodoro e aglio;
  • Borsh, una zuppa a base di verdure originaria dell’Ucraina molto popolare anche qui;
  • Chak-chak, un dolce fritto con miele, molto diffuso durante feste e celebrazioni;
  • Tè nero, praticamente la bevanda nazionale dell’Uzbekistan, servito a ogni pasto e in ogni occasione sociale;
  • Kefir e Ayran, bevande fermentate a base di latte, rinfrescanti e molto salutari.

Assaggiare questi piatti è sia un piacere per il palato, sia un modo per immergersi nella cultura uzbeka e sperimentare l’ospitalità locale: provali e non te ne pentirai.

Preparazione del plov

Cosa comprare in Uzbekistan?

La varietà di souvenir unici e artigianato tradizionale, che riflettono l’abilità e la creatività degli artigiani uzbeki, è tanto ampia che avrai l’imbarazzo della scelta su cosa comprare in Uzbekistan. Ecco alcuni dei migliori acquisti che potresti fare durante la tua visita:

Ceramiche di Rishtan

Le ceramiche provenienti dalla città di Rishtan, nella regione della Valle di Fergana, sono famose per i colori vivaci, in particolare il blu e il turchese, e per i complessi disegni ispirati alla natura. Ogni pezzo è unico e riflette secoli di tradizioni ceramiche.

Tappeti fatti a mano

L’Uzbekistan produce alcuni dei più bei tappeti e kilim prodotti a mano in Asia Centrale. Realizzati con tecniche tradizionali trasmesse di generazione in generazione, questi tappeti sono noti per le trame intricate e colori vibranti, che li rendono pezzi d’arte oltre che utili oggetti d’arredo.

Tessuti in Ikat

L’Ikat è una tecnica di tessitura che realizza trame con disegni complessi e colorati, molto apprezzata in tutto il mondo. In Uzbekistan, potrai trovare sciarpe, abiti e altri articoli tessili in Ikat, perfetti come eleganti souvenir o regali.

Miniature su carta e pelle

La miniatura è un’altra forma d’arte tradizionale dell’Uzbekistan, che spesso raffigura scene storiche o motivi islamici. Queste opere minuziose sono realizzate su carta o pelle e possono essere incorniciate come pezzi decorativi.

Gioielli tradizionali

L’artigianato gioielliero in Uzbekistan è altrettanto ricco, con pezzi che spaziano da collane e orecchini a bracciali e anelli in argento, decorati con pietre semipreziose e incisioni arzigogolate.

Prodotti in seta e cotone

L’Uzbekistan è noto per la sua produzione di seta, in particolare a Margilan, dove si può trovare seta pura prodotta con metodi tradizionali. I prodotti in cotone, come tovaglie, lenzuola e abbigliamento, sono altrettanto popolari e disponibili in vari disegni colorati.

Lavorazione della seta, Samarcanda

Come pagare in Uzbekistan

La moneta ufficiale dell’Uzbekistan è il Som uzbeko (UZS) e durante il tuo viaggio potrai pagare ogni cosa più o meno come fai in Italia:

  1. Utilizzando i contanti: il contante è il metodo di pagamento più comune in Uzbekistan, specialmente nei bazar, nei piccoli negozi e nelle aree rurali. Ti consigliamo di portare con te contanti per le spese quotidiane e per i piccoli acquisti.
    Puoi cambiare valuta estera (specialmente dollari USA ed euro) in Som uzbeki presso banche, hotel e uffici di cambio autorizzati. Assicurati di ottenere una ricevuta per tutte le tue transazioni.
  2. Con carte di credito e bancomat: l’uso di carte di credito sta diventando più diffuso nelle grandi città e nelle principali destinazioni turistiche, con Visa e MasterCard generalmente accettate. Tuttavia, l’accesso ai bancomat può essere limitato, quindi è una buona idea avere sempre con sé abbastanza contanti.

Tieni a mente che i prezzi possono variare notevolmente, soprattutto nei bazar dove la contrattazione è comune. Avere una buona idea del tasso di cambio ed essere pronti a contrattare può aiutarti a ottenere il miglior prezzo sui tuoi acquisti.

Madrasa Barak Khan, Tashkent

Come vestirsi per andare in Uzbekistan?

Tra i consigli che vogliamo darti su come vestirsi per andare in Uzbekistan e godere pienamente del tuo viaggio, di certo il primo è considerare sia il clima che troverai a destinazione, sia il contesto culturale nel quale ti immergerai.

Viaggiando in primavera e autunno ti basterà vestirti a strati e portare una giacca leggera per la sera in modo da sentirti sempre a tuo agio con le temperature miti del periodo.
In estate la faccenda cambia un po’: potrebbe fare molto caldo, quindi scegli abiti leggeri e traspiranti, cappelli a tesa larga, occhiali da sole e non dimenticare la protezione solare.
Se andrai in Uzbekistan in inverno, invece, assicurati di indossare abiti caldi soprattutto la sera, giacche pesanti e cappelli. Optare per capi tecnici di abbigliamento termico potrebbe essere una buona idea.

Rimane inteso che l’Uzbekistan è un paese a maggioranza musulmana e, in ogni caso, durante la visita dei luoghi di culto come moschee, madrase e altri siti religiosi, sia uomini che donne dovrebbero coprire spalle e ginocchia. Alle donne è richiesto di coprire anche i capelli, perciò consigliamo di infilare uno scialle o un foulard nel proprio zaino.

Bukhara

Hai già curiosato tra le diverse possibilità di viaggi, vacanze e tour in Uzbekistan con Boscolo? Ora che sai tutto su cosa vedere in Uzbekistan, ti rimane solo una cosa da fare: scegliere il tuo tour.

Viaggi che potrebbero interessarti
Uzbekistan sulla Via della Seta (da Milano)

8 giorni da 2,250.00 € a persona

Uzbekistan sulla Via della Seta (da Milano)

Le Tappe: Khiva, Bukhara, Shakhrisabz, Samarcanda, Tashkent.

8 giorni alla scoperta di una terra leggendaria dal fascino sospeso nel tempo, visitando luoghi imperdibili come Khiva, Bukhara, Shakhrisabz, Samarcanda e Tashkent.

Vedi itinerario
Uzbekistan sulla Via della Seta (da Roma)

8 giorni da 2,190.00 € a persona

Uzbekistan sulla Via della Seta (da Roma)

Le Tappe: Tashkent, Samarcanda, Shakhrisabz, Bukhara, Khiva.

8 giorni alla scoperta del fascino millenario dell'Asia Centrale, visitando luoghi imperdibili come Tashkent, Samarcanda, Shakhrisabz, Bukhara e Khiva.

Vedi itinerario
Uzbekistan meraviglioso

9 giorni da 2,390.00 € a persona

Uzbekistan meraviglioso

Le Tappe: Khiva, Bukhara, Shakhrisabz, Samarcanda, Tashkent.

9 giorni per scoprire un'affascinante nazione sorta sull'antica Via della Seta, visitando luoghi imperdibili come Tashkent, Samarcanda, Shakhrisabz, Bukhara e Khiva.

Vedi itinerario