Tombe Reali, Wadi Musa
Guide di viaggio

Giordania: cosa vedere, attività da fare e città

Guide di viaggio

Quanti tesori può custodire una terra lunga poco più di 300 chilometri? Scegliere accuratamente cosa vedere in Giordania è fondamentale per ottimizzare il tuo prossimo Gran Tour della Giordania e vivere tutta la magia di questo luogo. Si tratta di un paese prevalentemente desertico che ospita meraviglie come Petra, il Mar Morto, il Wadi Rum e con una piccola apertura sul Mar Rosso dove è stupendo fare snorkeling nella barriera corallina.

I posti da visitare sono tanti, per tutti i gusti, per questo motivo in questa guida abbiamo cercato di aiutarti a mettere ordine tra le tue idee, proponendoti le cose da vedere in Giordania assolutamente. Senza dubbio potrai trovare tutti gli ingredienti per una vacanza perfetta.

Giordania: cosa vedere assolutamente

Se hai sempre sognato di esplorare terre lontane, immergerti in culture millenarie e ammirare paesaggi mozzafiato, allora la Giordania è la meta perfetta per te.

Questo affascinante paese offre un viaggio attraverso il tempo e la natura, con tappe che ti regaleranno emozioni uniche, una straordinaria ricchezza culturale e storica. Ma con così tanti tesori da scoprire, come si fa a decidere cosa vedere in Giordania? Ecco una lista dei luoghi più incredibili da non perdere durante il tuo viaggio.

Con i nostri consigli, potrai organizzare viaggi, vacanze e tour in Giordania alla scoperta di antiche rovine, paesaggi desertici mozzafiato e oasi rigogliose, dove scoprirai un paradiso per gli amanti della natura e gli appassionati dei road trip.

1. Amman

Situata su una zona collinare tra il deserto e la fertile Valle del Giordano, Amman risale al 1800 a.C. e offre una miriade di esperienze da scoprire e tesori da ammirare, tra destinazioni più famose come Petra e il Deserto Wadi Rum.

Qui è d’obbligo esplorare la Cittadella, dove antichi resti come il Tempio di Ercole e il Palazzo degli Omayyadi raccontano storie passate. L’Anfiteatro Romano, con i suoi 6.000 posti, ti trasporterà indietro all’epoca dei Romani, mentre la Moschea di Re Abdullah, aperta a tutti, incanta con la sua maestosità architettonica.

E che dire del vivace souk di Amman? I colori, i profumi e i suoni ti avvolgeranno tra bancarelle ricche di prodotti locali, indumenti e souvenir unici. E non dimenticare di esplorare Amman Downtown, il cuore pulsante della città, dove i souk diventano una vera e propria attrazione turistica.

Panorama di Amman

2. Jerash

Conosciuta come “Antiochia sul Fiume d’Oro”, Jerash è una tappa imprescindibile nel tuo viaggio in Giordania. Questa città ben conservata, situata a nord di Amman, è un tesoro archeologico che racconta la grandezza dell’Impero Romano e la ricchezza culturale della Giordania. 

Passeggiare lungo il cardo massimo, fiancheggiato da colonne maestose ed edifici millenari, ti farà immergere nella vita quotidiana degli antichi Romani. Il Teatro Sud è uno dei punti salienti di Jerash, dove ancora oggi vengono tenuti spettacoli e concerti. La sua acustica straordinaria ti avvolge, facendoti sentire parte della storia e dell’atmosfera di questo luogo antico.

Qui troverai anche resti di epoche successive, come chiese bizantine e moschee islamiche, che testimoniano il ricco patrimonio culturale e religioso della regione nel corso dei secoli. Oltre alle meravigliose rovine e ai vasti colonnati, potrai esplorare mercati vivaci e assaporare l’atmosfera di una città moderna che continua a prosperare.

Teatro romano di Jerash

3. Mar Morto

Il Mar Morto, situato nel punto più basso della Terra, è un vero gioiello della Giordania che non può mancare nella lista delle cose da vedere durante il tuo viaggio qui. Questo enorme lago ipersalino, condiviso tra Giordania, Cisgiordania e Israele, riserva un’esperienza unica e straordinaria a chi lo visita. La sua altissima salinità è il motivo per cui le persone galleggiano senza sforzo sulle sue acque: questo fenomeno, insieme alla mancanza di vita animale nel lago, ha dato origine al nome “Mar Morto”. Il Mar Morto è famoso anche per i suoi fanghi ricchi di minerali, noti per le loro proprietà terapeutiche. Applicare questi fanghi sulla pelle e lasciarli asciugare al sole è un’esperienza rinvigorente e rigenerante che molti visitatori amano sperimentare in loco durante la loro visita.

Mar Morto

4. Petra

La tua avventura non può non includere una visita a Petra, una delle sette meraviglie del mondo moderno. Questa città incisa nella roccia ti stupirà con la sua maestosità e la sua storia millenaria. Abbandonata nell’VIII secolo, fu riscoperta dall’esploratore svizzero Burckhardt nel 1812. Città scavata nella roccia, situata in una gola del deserto, offre uno scenario mozzafiato con passaggi angusti, palazzi e vedute fiabesche. 

L’ingresso principale attraverso il canyon Siq, con le sue pareti rossastre e le antiche incisioni, conduce al Tesoro, la celebre entrata di Petra. Attraversando la Via delle Facciate, si entra nella città vera e propria, dove è possibile esplorare le sue meraviglie per tutto il giorno. Petra è stata una fiorente città commerciale e capitale per secoli, fino a quando è stata riscoperta e ha iniziato ad attrarre visitatori da tutto il mondo. Oggi è un sito del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO e una delle Sette Meraviglie del Mondo. Preparati a camminare molto, perché le bellezze di Petra sono davvero tantissime.

Facciata del Tesoro, Petra

5. Wadi Rum

Il Wadi Rum, conosciuto anche come “la Valle della Luna”, è un gioiello nel cuore del deserto e si estende su una vasta area nel sud della Giordania, caratterizzato da sabbia rossastra e imponenti formazioni rocciose modellate dall’erosione del vento e del tempo. Il Wadi Rum è stato eletto Patrimonio Mondiale dell’UNESCO ed è conosciuto come la terra dei beduini, un popolo che vive tra dune di sabbia e oasi. Per un’avventura completa, ti consigliamo di trascorrere una notte nel deserto, immergendoti nella cultura e nelle tradizioni locali.

Puoi scegliere di esplorare il deserto in jeep o a dorso di cammello con un tour guidato, ammirando incisioni rupestri, il Burdah Rock Bridge e il Lawrence’s Spring, legato alle gesta di Lawrence d’Arabia durante la Rivolta Araba contro gli Ottomani. Per gli amanti dell’avventura, il Wadi Rum offre numerose opportunità, tra cui escursioni, arrampicate su roccia e sandboarding sulle dune di sabbia. Il momento più suggestivo è senza dubbio il tramonto, quando il sole, con le sue tonalità calde, crea un’atmosfera magica e indimenticabile.

Deserto del Wadi Rum

6. Madaba

Nel cuore più storico del paese, Madaba è – con i suoi mosaici bizantini e i resti della città romana – una città che rientra a pieno titolo nella lista di cosa vedere in Giordania.

Uno dei principali luoghi da visitare è la Chiesa di San Giorgio, dove è conservata la celebre Mappa di Terrasanta, un mosaico risalente al 560 d.C. che rappresenta l’area mediorientale dall’Egitto alla Palestina. Questa mappa, un vero gioiello storico, offre uno sguardo unico sulla geografia e la storia della regione. Oltre alla Chiesa di San Giorgio, potrai ammirare altri straordinari mosaici sparsi in varie chiese della città, che testimoniano l’importanza artistica e culturale di Madaba nell’antichità.

Mappa della Terrasanta nella Chiesa di San Giorgio, Madaba

7. Betania

Il luogo del Battesimo di Gesù Cristo, conosciuto come “Betania oltre il Giordano” o Al-Maghtas, è una meta di pellegrinaggio di grande importanza spirituale e biblica. Situato sulla sponda orientale del fiume Giordano, a breve distanza da Amman, questo sito sacro è riconosciuto dalla maggior parte delle chiese cristiane come il luogo in cui Giovanni Battista battezzò Gesù, segnando l’inizio del suo ministero pubblico.

Battesimo Gesù, Betania

8. Monte Nebo

Il Monte Nebo, situato nella parte occidentale della Giordania è famoso per essere menzionato nella Bibbia come il luogo da cui Mosè vide la Terra Promessa prima di morire e offre una vista spettacolare sulla Valle del Giordano e sul Mar Morto. In cima al Monte Nebo si trova la Chiesa di San Giovanni Battista, costruita nel IV secolo e restaurata nel XX secolo, che ospita antichi mosaici ben conservati raffiguranti scene bibliche e paesaggi locali. Sempre sul Monte Nebo è possibile visitare un monastero e un’ampia area di scavi che testimoniano la presenza umana sin dall’antichità.

Monte Nebo

9. Umm al-Rasas

Umm al-Rasas è una città moabita situata a est di Dhiban e a sud di Amman e Madaba. Le rovine che si possono visitare oggi risalgono principalmente all’epoca romana, bizantina e islamica.

Il sito ha una storia complessa che ci parla di origini moabite, Impero Romano, cristianizzazione, terremoti devastanti e conquiste islamiche. Oggi, il sito archeologico di Umm al-Rasas copre circa dieci ettari sull’altopiano di Moab. Le rovine includono un’area fortificata con mura e torri angolari, oltre a numerosi edifici sacri e residenziali. Il toponimo arabo “Umm al-Rasas”, che significa “madre del piombo”, deriva dalla presenza di piombo tra i blocchi di pietra delle mura. Questo nome fu registrato per la prima volta dal viaggiatore europeo Ulrich Seetzen nel 1806.

Sito Archeologico di Umm al Rasas

10. Al-Salt

Salt è una delle città più antiche e storiche della Giordania, situata a nord-ovest della capitale. Conosciuta anche come Al-Salt o As-Salt, questa città è stata un importante centro commerciale e amministrativo durante il periodo ottomano e conserva ancora oggi un’atmosfera tradizionale e autentica.

Al-Salt è un labirinto di vicoli stretti e mercati vivaci, dove puoi scoprire l’artigianato locale e sperimentare le abitudini quotidiane del luogo. Una delle attrazioni principali è la Grande Moschea, una maestosa struttura ottomana con intricate decorazioni a intaglio: merita sicuramente una visita.

Inoltre, puoi esplorare i numerosi musei di Salt, che offrono un’interessante panoramica sulla storia e la cultura della città e della regione circostante. Infine, non puoi andartene da qui senza assaggiare la sua deliziosa cucina locale: i ristoranti e i caffè della città offrono tutti i piatti tradizionali giordani, tra cui il famoso mansaf, un piatto a base di riso, carne di agnello e yogurt.

Al-Salt

Qual è il periodo migliore per andare in Giordania?

Se hai voglia di visitare Petra e il Wadi Rum, oppure fare un rilassante bagno nelle salatissime acque del Mar Morto, sapere quando è il periodo migliore per andare in Giordania ti aiuterà a programmare meglio il tuo viaggio e renderlo molto più entusiasmante.

Il clima in Giordania varia a seconda delle regioni, ma in generale si può definire temperato, con inverni freddi e umidi ed estati calde e secche.
Nella zona meridionale, dove si trovano Petra e il Wadi Rum, il clima è desertico e secco, con forti escursioni termiche tra il giorno e la notte. Le temperature diurne possono essere miti, ma anche molto calde, mentre le notti sono fredde e le precipitazioni sono rare durante tutto l’anno.
Spostandosi verso ovest, dove si trovano Amman e Jerash, il clima è prevalentemente arido e mitigato dal Mar Mediterraneo, le estati sono calde e soleggiate, con temperature diurne che possono raggiungere i 40°C, mentre l’inverno è mite e piovoso, con possibilità di neve a quote più elevate.
Nell’area sud-occidentale del paese, dove si trovano la Valle del Giordano e il Mar Morto, il clima è mite in inverno e torrido in estate, mentre le precipitazioni sono generalmente scarse, soprattutto nella zona adiacente al Mar Morto.

Considerando queste variazioni climatiche, consigliamo di visitare la Giordania in primavera o in autunno, da aprile a maggio o da settembre a ottobre. In questi periodi, il clima è più piacevole e adatto per svolgere attività all’aperto come visite guidate, trekking e gite in jeep. Assicurati di controllare il meteo prima di partire!

Escursione in jeep nel deserto del Wadi Rum

Quanti gradi ci sono in Giordania? Ecco i mesi più caldi

In Giordania è difficile imbattersi in periodi molto piovosi o eccessivamente rigidi. Quello a cui prestare attenzione è sicuramente il caldo:

  • Zona meridionale
    Le temperature possono superare i 40°C di giorno, mentre le notti sono fredde. In media si va dai 3 ai 14°C tra ottobre e febbraio, dai 6 ai 30°C tra marzo e maggio e dai 16 ai 35°C tra giugno e settembre.
  • Ovest
    Le estati sono calde e soleggiate con punte di 40°C durante il giorno. Le temperature medie vanno dai 5 ai 14°C tra novembre e febbraio, dagli 8 ai 28°C da marzo a maggio e dai 15 ai 35°C tra giugno e ottobre.
  • Zona adiacente al Mar Morto
    Da queste parti il clima è desertico e le temperature medie vanno dai 9 ai 27°C tra novembre e febbraio, dai 14 ai 36°C tra marzo e maggio e tra 21 e 41° da giugno a ottobre.

In base a queste considerazioni, puoi scegliere qual è per te il periodo migliore per partire per questo viaggio.

Relax sul Mar Morto

Quanti giorni ci vogliono per visitare la Giordania?

Una settimana è il periodo ideale per esplorare le rovine, avventurarsi nel deserto e rilassarsi anche sulle rive del Mar Morto. Durante questo tempo, è possibile visitare le principali attrazioni e i luoghi più famosi: si può scoprire la Giordania da nord a sud, immergendosi nelle meraviglie del deserto del Wadi Rum, fare un bagno nelle acque salate del Mar Morto e visitare Petra, la straordinaria città scavata nella roccia rossa.

Organizza il tuo viaggio nelle meraviglie della Giordania includendo nel tuo itinerario di una settimana Amman, Jerash, il Mar Morto, il Monte Nebo, Petra, Madaba e Wadi Rum: sono tappe imprescindibili in un itinerario di una settimana.
E se desideri visitare i panorami di Giordania e deserto, includi la Piccola Petra e i Castelli del deserto (come Qusayr ‘Amra, Amra, Azraq e Kharaneh) al tuo tour. Questi, costruiti principalmente tra il VII e l’VIII secolo durante il periodo omayyade, sono una serie di antiche fortezze, palazzi e strutture militari sparse nel deserto orientale della Giordania. 

Hai più tempo e ti stai chiedendo cosa vedere in Giordania in 11 giorni? devi sapere che in questo intervallo di tempo puoi organizzare un gran tour della Giordania e includere Gadara, una città che un tempo era un fiorente centro culturale e oggi ospita il Museo Archeologico locale. Ma anche Aqaba ti lascerà senza parole con la sua ricca biodiversità marina (e non solo). 

Con ancora più giorni a disposizione, puoi includere alcune parti della vicina Arabia Saudita nel tour come il Wadi Qaraqir, Rainbow Rock e Hegra.

Siq, Petra

Per cosa è famosa la Giordania?

La Giordania è rinomata per la sua ricca storia, i suoi spettacolari paesaggi naturali e le sue importanti testimonianze archeologiche.

Tra le cose da vedere in Giordania più amate dai viaggiatori di tutto il globo, troviamo:
Petra,
– il Mar Morto,
il magico deserto del Wadi Rum,
Jerash.

Infine, la cultura e l’ospitalità della Giordania sono famose nel mondo. Gli abitanti del paese accolgono i visitatori con calore e generosità, offrendo un’esperienza indescrivibile.

Deserto del Wadi Rum

Cosa vedere in Giordania in 7 giorni?

Devi decidere cosa vedere in Giordania in una settimana? Ecco una lista di cosa vedere in Giordania assolutamente:
Petra (ed eventualmente Piccola Petra, a pochi chilometri di distanza).
Amman, la città e i suoi dintorni, inclusi i Castelli del deserto e Al-Salt
– Il Monte Nebo e Madaba, con le loro importanti testimonianze storiche e religiose.
– Il Mar Morto, dove trascorrere mezza giornata o un intero giorno, a seconda delle tue preferenze.
– Il deserto del Wadi Rum, dove potrai dormire sotto le stelle e fare un tour in cammello.

E se dopo aver visitato tante meraviglie avrai ancora spazio per assorbire altra bellezza, non perderti Gadara e Betania.

Palazzo degli Omayyadi, Cittadella di Amman

Quanto tempo ci vuole per vedere Petra?

Per visitare luoghi come Petra serve il tempo necessario: si tratta sempre di immergersi in un contesto completamente estraneo da comprendere e assorbire. Quanto tempo ci vuole per vedere Petra, quindi? Una giornata intera è un buon punto di partenza. Quando arriverai a Petra, ti troverai di fronte a un mondo antico incredibile che si srotolerà davanti ai tuoi occhi poco per volta. Il Siq, la stretta gola naturale che conduce al sito principale, ti accoglierà con i suoi maestosi canyon rocciosi e le pareti levigate: percorrerlo richiederà tempo affinché l’atmosfera unica del luogo ti pervada.

Quando finalmente raggiungerai l’entrata principale di Petra e ti troverai di fronte al Tesoro, i minuti scorreranno veloci mentre contemplerai la sua bellezza. Ci sono, poi, tante altre meraviglie da scoprire: il Teatro di Petra, le Tombe Reali e il Monastero, solo per citarne alcune.

Scegli l’itinerario che ritieni migliore in base al numero di giorni che puoi dedicare a questo sito archeologico, di certo una giornata è sufficiente per ammirare tutta la bellezza di questo luogo eterno ma ogni ora in più che potrai trascorrere qui aggiungerà valore al tuo viaggio.

Facciata del Tesoro, Petra

Hai preparato la tua lista di cosa vedere in Giordania con noi? Allora è il momento: organizza il tuo viaggio con Boscolo.

Viaggi che potrebbero interessarti
Giordania e il magico deserto

8 giorni da 1,790.00 € a persona

Giordania e il magico deserto

Le Tappe: Amman, Jerash, Monte Nebo, Petra, Wadi Rum, Mar Morto.

8 giorni per vivere l’autentica magia della Giordania, visitando luoghi imperdibili come il Monte Nebo, Madaba, Petra, il deserto del Wadi Rum, il Mar Morto, Jerash e Amman.

Vedi itinerario
Meraviglie della Giordania

8 giorni da 1,790.00 € a persona

Meraviglie della Giordania

Le Tappe: Amman, Jerash, Monte Nebo, Mar Morto, Petra, Wadi Rum.

8 giorni alla scoperta di una nazione dal fascino speciale, visitando luoghi imperdibili come Jerash, Umm Qais, Amman, il Mar Morto, il Monte Nebo, Petra e il deserto del Wadi Rum.

Vedi itinerario
Gran Tour della Giordania

11 giorni da 2,490.00 € a persona

Gran Tour della Giordania

Le Tappe: Amman, Jerash, Mar Morto, Madaba, Petra, Wadi Rum, Aqaba.

11 giorni per scoprire tutte le bellezze della Giordania, visitando luoghi imperdibili come Amman, Jerash, Umm Qais, Shobak, Petra, il Wadi Rum, Aqaba, il Mar Morto, Madaba e i Castelli del Deserto.

Vedi itinerario