Vista delle Ande
Idee di viaggio

Quando andare in Perù: clima e info utili

Idee di viaggio

Quando andare in Perù? Un viaggio in questa nazione, terra di lama, montagne arcobaleno e storia misteriosa, è già sulla carta una di quelle esperienze destinate a essere ricordate per tutta la vita. Scegliere il periodo migliore per organizzare i tuoi viaggi, vacanze e tour in Perù, ti permetterà di visitare il paese senza ostacoli e vivere al massimo la tua avventura peruviana. 

Il Perù è un paese molto grande che si estende su latitudini differenti e ha climi diversi da Nord a Sud e da Est a Ovest. Non è possibile quindi trovare un solo periodo in cui l’intero Perù offra il clima migliore e, in linea di massima, si può partire per il Perù tutto l’anno.

Quando è meglio andare in Perù in base al clima

Tuttavia, se prendiamo in considerazione la zona a Sud, che è quella più visitata dai turisti di tutto il mondo, il periodo migliore è durante l’inverno australe, che corrisponde alla nostra estate, da giugno a settembre. Infatti, durante questi mesi, il clima è secco e quindi ideale per scoprire i differenti paesaggi, le tradizioni e i famosi siti archeologici, ricchi di storia e cultura. Per chi preferisce evitare l’alta stagione turistica, i mesi da settembre a dicembre offrono condizioni climatiche piacevoli che permettono di godere al massimo di un tour completo in Perù.

Ecco qualche consiglio per aiutarti a capire quando è meglio andare in Perù a seconda del clima e delle tue esigenze.

Il clima in Perù: costa, Ande e Selva

Se cerchi una risposta precisa a quando è meglio andare in Perù, come dicevamo, dovrai considerare sia le tappe del tuo tour, sia l’estensione del paese. In base all’area geografica e all’altitudine, spostandoti per la nazione troverai molto spesso temperature diverse.
E non credere di partire dall’Italia in estate e trovare la stessa stagione in Perù, anzi: tieni presente che le stagioni là sono invertite rispetto alle nostre, data la localizzazione a sud dell’Equatore.

In linea generale troverai tre diversi climi in Perù.

Per esempio, lungo la costa – dove si trova Lima – le temperature sono piacevoli e le precipitazioni rare ma l’umidità è costante:
– in inverno, da giugno a settembre, le giornate sono fresche e poco soleggiate,
– mentre in estate, da ottobre a maggio, le giornate sono meno nuvolose, ma l’umidità persiste.

Nella zona delle Ande, dove troviamo l’antica capitale dell’Impero Inca – Cuzco –, il Machu Picchu e la Valle Sacra – entrambe tappe imperdibili, affascinanti e uniche – le temperature rimangono costanti durante tutto l’anno. Il periodo più secco da queste parti va da aprile a ottobre: con meno precipitazioni e un clima più asciutto, è ottimo per escursioni e attività all’aperto e quindi ideale per visitare la ricchezza eterogenea del Perù.

Infine, nella Selva, le temperature sono calde tutto l’anno. I mesi più secchi sono quelli estivi, da dicembre a marzo/aprile anche se è bene sapere che l’umidità è spesso elevata e le piogge possono verificarsi in qualsiasi momento.

Come avrai capito, puoi visitare il Perù in molti mesi dell’anno – non c’è davvero un periodo da evitare del tutto – tuttavia alcune stagioni offriranno scenari e condizioni meteorologiche differenti che ti permetteranno di vivere un’esperienza unica che porterà con sé ricordi indimenticabili. A questo proposito, se non l’hai ancora fatto, leggi il nostro articolo “Ritorno al futuro e al Perù

Machu Picchu

Andare in Perù in primavera (marzo – giugno)

Se stai cercando di capire quando andare in Perù, sappi che partire tra maggio e settembre, dunque sul finire della primavera, è un’ottima idea per godersi le giornate soleggiate e fresche del Perù. A maggio il clima inizia a essere ideale per visitare gran parte delle destinazioni del paese, dalle Ande all’Amazzonia. Le piogge diventano rare e la natura inizia a risvegliarsi con i suoi colori sgargianti.
Questo periodo, che coincide con una parte della stagione secca andina, offre condizioni climatiche ideali per esplorare le meraviglie storiche e naturali della regione. Goditi le buone condizioni climatiche di questi mesi per visitare l’affascinante città di Cuzco – con il suo Convento di Santo Domingo e i suoi resti archeologici – e le stupende terrazze agricole di Moray.

Cuzco, Perù

Visitare il Perù in estate (giugno – settembre)

Se la fine di maggio inizia a essere un ottimo periodo per partire per il Perù, di certo la nostra estate è in assoluto il momento migliore soprattutto per la regione andina.
Questo periodo dell’anno è ideale per ammirare le attrazioni del paese, come Machu Picchu, uno dei siti archeologici più famosi al mondo: in questi mesi piove poco, il sole splende alto nel cielo, i sentieri sono asciutti e sicuri. Inoltre, la visibilità è eccellente, con cieli limpidi che offrono viste spettacolari delle maestose montagne andine e delle rovine inca. In questi mesi è d’obbligo visitare le Saline di Maras, che rimangono aperte solo fino a ottobre, e la piccola città di Aguas Calientes. Ti consigliamo anche di visitare Arequipa: qui il 15 agosto si tiene la festa per celebrare l’Anniversario della Fondazione spagnola della città.

Arequipa

Viaggiare in Perù in autunno (settembre – dicembre)

Anche verso la fine della stagione secca, tra settembre e ottobre, le condizioni meteorologiche sono favorevoli per viaggiare in tutto il Perù. Le temperature ancora piacevoli e le precipitazioni rare rendono queste settimane perfette per esplorare la Valle Sacra e i suoi antichi villaggi, i mercati di Pisac e le strette strade acciottolate di Ollantaytambo.

Valle Sacra, Perù

Viaggiare in Perù in inverno (dicembre – marzo)

Il periodo compreso tra dicembre e marzo è molto piovoso sulle Ande, alcune escursioni non sono possibili e le piogge possono essere fastidiose per gli amanti del trekking. Sulla costa invece, dove si trova Lima, capitale del Perù, non piove quasi mai e da dicembre ad aprile il sole è frequente, almeno nelle ore più calde, con temperature massime intorno ai 28°C.

Quartiere Miraflores, Lima

Capodanno in Perù

Se vuoi pianificare il tuo viaggio in Perù tra dicembre e gennaio potrai assistere al Capodanno, un’esperienza folkloristica e culturale che cambia da città a città. Una cosa è certa: ovunque sceglierai di festeggiare la notte del 31 dicembre troverai feste, colori, danze, musica e divertimento.
Nella Plaza de Armas a Cuzco non mancano fuochi d’artificio, bar e ristoranti che organizzano feste che proseguono tutta la notte. Anche Lima è famosa per le sue grandi feste, soprattutto a Miraflores o nella zona di Barranco, dove la gente si ritrova fuori dai bar per accogliere il Capodanno. Durante questa tanto attesa notte, il Convento di Santo Domingo, nel cuore del centro storico della capitale, diventa una meta imperdibile per festeggiare il Capodanno secondo la tradizione peruviana.

Quanti giorni servono per visitare il Perù

Se vuoi capire quanti giorni servono per visitare il Perù dovrai, prima di tutto, decidere cosa vedere in Perù e in ognuna delle destinazioni che vorrai visitare. In linea di massima, per riuscire a visitare le principali attrazioni, il nostro consiglio è quello di pianificare almeno 10-11 giorni.

Di certo due o tre giorni sono necessari per esplorare la città di Lima, per visitare i musei, il centro storico, i moderni quartieri di San Isidro e Miraflores e il quartiere bohémien di Barranco. Servono poi uno o due giorni per visitare Arequipa, la città bianca, con le sue architetture uniche. 

Quattro o cinque giorni trascorreranno in un soffio visitando Cuzco e immergendoti nella Valle Sacra, scoprire Sacsayhuaman – la fortezza cerimoniale inca dedicata al Sole – fare una passeggiata nel villaggio di Pisac, esplorare la cittadina di Ollantaytambo, il sito archeologico di Moray e i terrazzamenti che costituiscono le saline di Maras.

Prenditi poi uno o due giorni per visitare la piccola città di Aguas Calientes e il Machu Picchu, una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno che, con le sue bellezze architettoniche e la sua ricchezza storica, è uno dei siti archeologici più importanti al mondo.
Un tour del Perù per tutti, capace di soddisfare il desiderio di esplorare il paese di ogni viaggiatore, deve prevedere 10-11 giorni di viaggio.
È ovvio che, se hai a disposizione più tempo, puoi dedicare più giorni a ogni tappa o ampliare il tuo itinerario.

Pappagalli nella Foresta amazzonica

Conclusioni: quando andare o non andare in Perù

Dopo aver approfondito il clima del Perù in base alla sua estensione, possiamo dire che il periodo migliore per viaggiare in Perù rimane quello compreso tra i mesi di maggio e ottobre, ovvero nella stagione che viene considerata più secca. In questo periodo di temperature piacevoli e piogge scarse, le escursioni nelle Ande e le visite a luoghi come Machu Picchu, Cuzco, o le Saline di Maras saranno piacevoli e senza intoppi. Anche il periodo da ottobre a dicembre, quello che vede la fine della stagione secca, presenta condizioni climatiche ancora stabili e adatte per godere di un viaggio in Perù, esplorare la Valle Sacra e le zone di Pisac e Ollantaytambo.

Quando andare in Perù, quindi? Quando sono previste le partenze dei tour Boscolo per la terra degli Inca, ovviamente.

Viaggi che potrebbero interessarti
Perù per tutti

11 giorni da 3,990.00 € a persona

Perù per tutti

Le Tappe: Lima, Arequipa, Cuzco, Valle Sacra, Ollantaytambo, Aguas Calientes, Machu Picchu.

11 giorni per scoprire il fascino ammaliante e misterioso del Perù, visitando luoghi magici come Lima, Arequipa, Cuzco, la Valle Sacra, Ollantaytambo, Aguas Calientes e Machu Picchu.

Vedi itinerario