Sei interessato alla destinazione?

Indietro

A Dublino per l’ultimo dell’anno

L’Irlanda è perfetta soprattutto per chi pensa che Natale e Capodanno siano momenti da vivere in famiglia, all’insegna delle cose più classiche e più vere: il fuoco che scoppietta nel camino, la melodia immortale di Auld Lang Syne, le palle di neve con i guanti a proteggere le dita intirizzite. Per delle Feste davvero magiche, Dublino è una destinazione ideale; eppure, allo stesso tempo, è difficile trovare una capitale europea che sia più aperta ai giovani, e senza prenotare per tempo è praticamente impossibile trovare un pub che non sia strapieno quando si avvicina l’ultimo dell’anno. Il tutto senza dimenticare lo shopping: a Dublino il giorno di Santo Stefano, molti negozi danno inizio ai saldi, l’occasione ideale per regalarsi una giacca di tweed del Donegal o un maglione delle isole Aran. Ma è soprattutto a Capodanno che lo spirito festaiolo e accogliente degli irlandesi dà vita a una serie di appuntamenti imperdibili, che rendono una vacanza da queste parti davvero un’ottima idea.

Diari Viaggio / Image Module / Dublino Capodanno / 1

Il New Year’s Festival 2017


L’evento principe del Capodanno a Dublino sarà senz’altro il New Year’s Festival. Da qualche anno, la capitale irlandese è in competizione con Edimburgo – il cui celebre Hogmanay è forse la tre giorni di eventi legati alla fine dell’anno più celebrata d’Europa – grazie a un festival incentrato soprattutto su Dame Street, animatissimo e divertente, ma soprattutto in puro stile Irish.
Tra gli eventi più amati c’è Luminosity, dove animazioni tridimensionali vengono proiettati su alcuni dei più celebri edifici storici di Dublino, illustrando aspetti della cultura irlandese, della sua storia e della vita moderna. La sera dell’ultimo dell’anno il clou è la Procession of Light, che attira migliaia di visitatori ed è adorata dai bambini, con le sue luci e i suoi colori. Per chi ama la musica è imperdibile il Countdown Concert, alla Custom House Key: quest’anno la lineup è formata dal famoso quartetto dublinese alternative rock dei Kodaline, con Hudson Taylor e Keywest come supporto. Mentre le lancette battono verso la mezzanotte, la folla si concentra al George’s Quay per la seconda parte del Liffey Lights Midnight Moment, che inizia alle 23.30 con un’esibizione luminosa in acqua e in aria, mentre The Spire – la torre d’ acciaio, nuovo simbolo di Dublino, alta 120 metri e situata in O’Connel Street – proietta le sue luci verso il cielo all’arrivo dell’anno nuovo. Ma già prima, alle 18.30, le famiglie possono riunirsi per assistere agli spettacoli di ballerini e acrobati. Tra gli altri appuntamenti del 30 e del 31 dicembre, da ricordare anche il programma culturale “Love Dublin”, alla scoperta delle bellezze della città, e il “NYF Dublin Music Comedy Trail”, che porterà musica e risate nei caffè e nei ristoranti della città.
Anche il 1° gennaio è un giorno dedicato al divertimento per tutta la famiglia con eventi presenti un po’ in tutta la città, compreso il tuffo nelle gelide acque . Per tutta la durata del Festival, in ogni caso, non dimenticate di passare al Castello di Ducblino, dove si trova il NYF Food Village, tra degustazioni dei migliori piatti irlandesi e dimostrazioni da parte dei più accreditati chef.

Diari Viaggio / Image Module / Dublino Capodanno / 2

La magia delle chiese dublinesi


L’Irlanda non è solo la terra dei pub e della Guinness, ma è anche un luogo soffuso di una religiosità intensa, millenaria, che ancora oggi permane ed è alla base dell’identità del popolo irlandese. Per questo, un modo forse meno glamour di passare il Capodanno ma ricco di atmosfera è recarsi in una delle tante chiese dublinesi e aspettare la mezzanotte: in particolare, da secoli gli abitanti di Dublino si sono raccolti nella Christ Church Cathedral per attendere il melodioso suono del grande carillon con diciannove campane, pronte ad annunciare l’anno nuovo. Tutto il periodo natalizio alla Christ Church Cathedral è ricchissimo di eventi, come le suggestive “Carols by Candelight”, i canti natalizi a lume di candela, e il tradizionale concerto di Natale. Un po’ più laica, invece, la celebrazione presso uno dei più famosi ristoranti e caffè di Dublino, il The Church, ovvero la settecentesca chiesa di St. Mary’s (qui si sposò Arthur Guinness, fondatore dell’omonima birreria, e diceva messa anche Jonathan Swift); sconsacrata nel 1964, è oggi un esempio di riqualificazione e un’apprezzata attrazione turistica.

Diari Viaggio / Image Module / Dublino Capodanno / 3

I mercatini di Natale a Dublino


Quest’anno il Dublin Flea Christmas Cracker Market avrà luogo durante il weekend dell’Immacolata, dal 7 al 10 dicembre, nel The Point Village: ingresso gratuito e più di 100 stand per regali di ogni tipo, nella tradizione dei mercatini delle pulci, tra mobili retrò e vestiti vintage. Per chi è alla ricerca del miglior artigianato uscito dalle botteghe dei più bravi professionisti d’Irlanda c’è la National Crafts & Design Fair, dal 5 al 10 dicembre, un’esposizione con più di 500 artigiani, artisti e designer, l’occasione perfetta per comprare tutti i propri regali di Natale in una volta sola.

Grande attesa poi per uno dei mercati più à la page della città, il CHQ a George’s Dock: per chi ama trovarsi in una grande città europea ma sente un po’ di nostalgia per la montagna, lo sci e il tradizionale “bombardino” sulle piste, dal 30 novembre al 23 dicembre arriva Aprés Dublin: in piena atmosfera aprés ski, un grande lodge in stile alpino sarà lo scenario per una miriade di eventi, street food tutto da gustare e naturalmente divertimento fino a tarda notte con una selezione dei migliori DJ dell’isola di smeraldo. Insieme al lodge – con tanto di macchina per la neve, se la temperatura sarà troppo elevata per una nevicata “naturale” – ci sarà anche un villaggio, ideale per il divertimento di grandi e piccini durante il giorno, con tanti stand dove gustare specialità dagli hamburger gourmet alle salsicce tedesche, oltre a giostre, face painting, la grotta di Babbo Natale, un’esperienza in realtà virtuale sugli sci per chi non li ha mai messi a piedi in vita sua.
E se rimane la voglia di lanciarsi sulle piste? L’Irlanda, il cui monte più alto è il modestissimo Carrantuohill nel Kerry (1039 metri), non ha praticamente montagne: a Dublino c’è però lo Ski Centre Dublin, dove ci si può concedere una discesa su innovativi tapis roulant per principianti ed esperti.

Trascorri il Cadopanno a Dublino con un Viaggio Boscolo.

Title
Subtitle