Sei interessato alla destinazione?

Indietro

Cose da vedere in Ecuador e Galapagos, secondo Marco

Tramonto sull acqua, Ecuador - America


Le arti marziali si rivelano sempre utili. Anche per arrivare fino in Sudamerica. Negli anni Novanta, Marco ha diciotto anni e lavora come istruttore di arti marziali in un villaggio turistico in Italia. Quell’anno l’animatore che si occupa delle escursioni ha dei problemi e così Marco si ritrova a prendere il suo posto. Dalle arti marziali passerà all’arte dell’accompagnare i turisti. Oggi Marco è uno degli accompagnatori dei viaggi di Boscolo, e tra le sue mete preferite ci sono l’Ecuador e le isole Galapagos. Ecco una sua piccola guida, di cose assolutamente da vedere in Sudamerica.

Mitad del Mundo, Ecuador - America


Il museo più bello da visitare in Ecuador si trova nella capitale. Anzi, è la capitale stessa. “Quito è un museo a cielo aperto. Ci sono le più belle testimonianze di architettura e di arte coloniale: la Cattedrale, la chiesa della Compagnia di Gesù, il monastero di San Francesco”, racconta Marco. A circa trenta chilometri da Quito si trova il monumento della Mitad del Mundo, una struttura piramidale sulla cui cima c’è un globo terrestre in ottone. Marco lo descrive con queste parole, “È un segnalibro nella perfetta metà di un libro bianco”. Siamo a cavallo della linea dell’equatore, a metà tra due mondi. Seguiamo una linea immaginaria e scopriamoli.

Leoni Marini, Ecuador - America


“Le isole Galàpagos sono un tuffo al cuore ogni volta, una benedizione, sono l’incontro di due mondi, quello naturale e quello animale”, Marco ci accompagna a immergerci in un universo in cui la natura è davvero ancora incontaminata e padrone di casa. “Cammini in mezzo alla fauna selvatica, con gli animali che ti guardano senza aver timore, a pochi centimetri da te: tartarughe, iguane, le sule, che sono degli uccelli con le zampe azzurro turchese, sembrano dipinte, e poi leoni marini coricati su sentieri, i cuccioli dormono e tu gli passi intorno, descrivendo una U, magari aprono gli occhi, giusto per guardarti un attimo e poi riaddormentarsi. La stessa cosa avviene facendo immersioni in acqua, i fondali sono poco profondi e scopri la fauna sottomarina”.

Strada tra le montagne, Ecuador - America


Un treno ci riporta in superficie, seguendo la Panamericana, la via che unisce l’America del Nord a quella del Sud. “È un treno del tempo, lo chiamerei così perché sembra riportare all’epoca dei pionieri. S’inerpica sulle montagne, fa un braccio di ferro con la natura, sale lungo una serie di zig-zag, scende per la Nariz del Diablo, il tratto più minaccioso, a precipizio, e alla fine quel braccio di ferro lo vince”. In una delle stazioni Marco si ferma spesso a guardare le popolazioni indigene, “A volte capita di vedere i bambini andare a scuola, o più tardi le persone tornare dal lavoro”. La lingua ufficiale diventa quella delle macchine fotografiche, ci si scatta le foto e si ride guardandole insieme.

Cotopaxi, Ecuador - America


Fra le cose assolutamente da vedere ci sono poi i colori. I colori delle frutta e verdura, i colori dei tessuti stesi sulle bancarelle, i colori degli abiti delle donne nel mercato di Otovalo, il mercato più famoso di tutta l’America Latina. I colori delle fattorie e i colori delle piantagioni di fiori, “Le signore rimangono sempre stupite davanti a queste distese sterminate di rose lilla, viola, di colori mai visti”, racconta Marco che passa poi a descrivere i colori del lago Quilotoa, nella provincia del Cotopaxi, “A seconda della luce passa dal cremisi al turchese. Se c’è sole, sembra di essere ai Caraibi. Se il cielo è coperto, l’acqua si fa più scura, ma non meno affascinante”.

A casa, in Italia, Marco ha un telo acquistato tanti anni fa al mercato di Otavalo. “La mia scrivania è disordinatissima. Quando parto per un viaggio, distendo il telo e diventa ordinatissima, di color turchese”. Se vuoi partire anche tu, scegli il Viaggio Boscolo in Ecuador o il Viaggio Boscolo in Ecuador e Galàpagos.

Title
Subtitle