Sei interessato alla destinazione?

Indietro

Le spiagge piu belle della Croazia

Seicento chilometri di costa, movimentata da miriadi di isole di varia grandezza e lambita dal verde delle pinete, in un’alternanza senza soluzione di continuità di rocce, ciottoli e sabbia. La Croazia è ormai una delle mete più popolari per vacanze al mare che non si esauriscano con il semplice tran-tran della vita da spiaggia: tra paradisi naturali e città sul mare in stile medievale o veneziano, l’altro lato dell’Adriatico è ricco di proposte, alcune già famose e altre – ancora quasi sconosciute – in attesa di viaggiatori pazienti. È bene avere sempre dietro scarpe con una buona suola di gomma per raggiungere le località più impervie, ma grazie all’assenza quasi totale di grandi fiumi e alla corrente da sud a nord l’acqua è sempre limpidissima. Più Sardegna che Romagna, la Croazia è un posto per chi non ama annoiarsi.

Corno d oro, Croazia - Europa

Corno d’oro (Zlatni Rat)


Se avete visto una sola spiaggia croata in fotografia, quasi sicuramente si tratterà di questa straordinaria punta di freccia che trafigge un mare color zaffiro. Vicino a Bol, nell’isola di Brazza in Dalmazia (è la terza per dimensione int tutto l’Adriatico), la lunga lingua di ghiaia del Corno d’Oro – contornata dalla sua suggestiva pineta – cambia dimensioni e forma con l’alternanza delle maree e delle correnti. Il maestrale, che qui raramente dà tregua, la rende perfetta anche per il windsurf.

Hvar Island, Croazia - Europa

Grebišće


Siamo sempre su un’isola dalmata, questa volta quella di Lesina o Hvar. I fondali bassi, la sabbia (non molto comune in Croazia, come vedremo) e il verde lussureggiante che la stringe da due lati in un morbido abbraccio rendono Grebišće molto popolare anche per chi ha famiglie con bambini ed è alla ricerca di una spiaggia attrezzata, a solo un chilometro e mezzo dal centro di Jelsa. A volte, come in questo caso, comodità fa rima con bellezza ancora incontaminata.

Mali Bok, Croazia - Europa

Mali Bok


Al contrario delle precedenti, l’isola di Cres (o Cherso) è molto più misteriosa e scarsamente abitata; in un parola, selvaggia. Il leone di San Marco sonnecchia sulle mura dell’antica cittadina di Osor, ma il vero gioiello è Mali Bok: una caletta che vale lo sforzo necessario per raggiungerla, con promontori rocciosi a strapiombo e un fondale tutto da esplorare per gli appassionati di snorkeling. E se siete fortunati, potrete perfino vedere volare il grifone, il simbolo nazionale della Croazia che proprio qui ha uno dei suoi ultimi habitat naturali.

Parco Kamenjak, Croazia - Europa

Parco naturale Kamenjak


Qui vicino ci sono le spiagge – molto più popolari – di Pula, ma il lembo di terra bruciata e tormentata che costituisce il Parco ùnaturale Kamenjak è molto più affascinante: quasi venticinque chilometri tra calette nascoste, isolotti di pochi metri quadrati, grotte, fenomeni carsici. Ognuno qui ha il suo posto preferito, perché perlopiù si tratta di lembi balneabili senza nome, dominati da scogliere che fanno la gioia di chi ama tuffarsi in acque tra le più limpide (e protette) del Paese.

Dubrovnik Panorama, Croazia - Europa

Banje, Dubrovnik


Il perfetto connubio tra relax e cultura, la spiaggia di Banje è a due passi dalla città vecchia di Dubrovnik (la nostra Ragusa) e nelle sue acque sorprendentemente pulite si specchiano le forme massicce delle mura antiche. Attenzione, perché malgrado si trovi a due passi da quella che è forse la più nota meta croata, non è facilissimo arrivarci: le tante scale in pietra la rendono poco adatta alle persone con disabilità. In compenso, cosa che non guasta soprattutto per i giovani, Banje ha un’animata vita notturna, con tanti locali per i quattro salti del dopo-spiaggia – o, perché no, direttamente sul bagnasciuga.

Stara Baska, Croazia - Europa

Stara Baska


Un tempo la fortuna dell’isola Krk, la più settentrionale del Mediterraneo a soli 120 chilometri da Trieste, erano i suoi campi di biondo grano maturo, favoriti da un clima eccezionalmente mite (di norma qui ci sono 4 gradi centigradi in più che nel resto della Croazia). Oggi tutta l’isola offre spiagge affascinanti, ma una delle più apprezzate si trova a poca distanza dal villaggio di pescatori di Stara Baska: il litorale, nella baia di Oprna, è praticamente deserto, per cui è necessario portarsi dietro il necessario per il pranzo scendendo per il ripido sentiero. Ma ne vale la pena, come si è costretti ad ammettere non appena si può apprezzare il panorama, da godersi in perfetta solitudine.

Sakarun, Croazia - Europa

Sakarun


Quasi ogni nazione ha i suoi Caraibi: spiagge di sabbia candida, mare cristallino, temperatura mite e la sensazione di trovarsi a pochi chilometri dall’equatore. In Croazia il titolo spetta alla spiaggia di Sakarun, sull’isola di Dugi Otok. Qui la sabbia, o meglio la ghiaia fine, è tanto bianca da rendere la baia una tavolozza di sfumature dall’azzurro chiaro al turchese fino al blu oltremare. La bellezza non si discute, anche se forse nei periodi di punta la spiaggia è un po’ affollata; ma basta spostarsi fino al promontorio di Lopata per trovare un po’ di privacy.

Sveti Ivan, Croazia - Europa

Sveti Ivan


Ancora l’isola di Cres, ancora una meta nascosta alla maggioranza dei turisti. Sveti Ivan, la spiaggia del pittoresco villaggio di Lubenice, è tra le preferite dagli yacht, anche perché arrivarci a piedi è una piccola impresa: una discesa di 45 minuti (il ritorno si aggira intorno all’ora e mezza), guidati dalle frecce rosse per giungere a questa piccola cala riparata, dove il mare è davvero blu e i ciottoli di ghiaia tanto bianchi e ordinati da sembrare quasi artificiali. Tutto è naturale, invece, quanto può esserlo la Croazia al massimo della sua essenza, ed è molto.

Punta Rata, Croazia - Europa

Punta Rata


Intorno ci sono i profumi dell’olivo e del fico, davanti uno dei paesaggi da cartolina (o da immortalare con lo smartphone) più famosi della Croazia: lo scoglio di Brela, una piccola isola rocciosa immersa nell’acqua limpida, con i pini ancora abbarbicati al lato superiore. Ci sono diverse leggende su come lo scoglio sia arrivato fino a quella che è la tradizionale meta per una nuotata da queste parti, ma la riviera di Makarska conserva poca memoria del suo passato ancestrale. Ora è il regno di hotel di lusso, bar e ristoranti, mai però troppo invadenti.

Rajska Plaza, Croazia - Europa

Rajska Plaza


Due chilometri di sabbia possono sembrare un miraggio nella rocciosa Croazia, e in effetti lo sono per la gran parte della costa. Fa eccezione la spiaggia di Rajska Plaza, nella parte settentrionale dell’isola di Rab. Ideale per le famiglie, ha nelle vicinanze anche un centro sportivo dotato di campi da calcetto, da tennis, da pallacanestro, con anche i bagnini a tenere d’occhio la situazione. In realtà i rischi sono pochi, visto che è possibile camminare per decine di metri, se non centinaia, prima di arrivare dove non si tocca. Attenzione perché la spiaggia ha una sua omonima (naturista) nell’isola di Krk.

Title
Subtitle